GENNAIO 2020 INTERVISTA ALLA DOTTORESSA RAFFAELLA BERTOGLIO A CURA DI ROSALINDA DI NOIA

Ben ritrovati amici di Almax Magazine, da Rosalinda Di Noia!

Eccoci di nuovo nell’angolo delle interviste di argomenti molto importanti e lo facciamo proprio con un settore che nel bene o nel male ci riguarda tutti, ovvero, la salute. Parleremo di medicina alternativa legata all’oculistica e non solo.

Con grandissimo piacere vi vado a presentare la Dottoressa Raffaella Bertoglio, fondatrice della Società “Runa Arte di Vivere” che si occupa proprio di questo e offre diversi servizi.

Ma andiamo ad approfondire meglio il discorso con questa chiacchierata che ho avuto modo di fare con lei.

RDN: Buongiorno Dottoressa, benvenuta e grazie per la sua gentilissima disponibilità!

RB: Buongiorno Rosy e grazie a lei!

RDN: Come è nata la vocazione per la medicina?

RB: Sono “medico” da sempre. Fin da piccola credevo di essere in grado di curare le mie bambole. Mai ho creduto di guarirle… solo di curarle. Da allora faccio questo: Curo le Persone, le accompagno nelle “loro giornate di Sole” (“La Vecchia che Caramellava le Mele” Ed. Albatros pag.178)

RDN: Nel 2007 dà vita all’OftalmOmotossicologia, di cosa si occupa e come è nata l’idea di far nascere questo progetto?

RB: L’esigenza è sorta quando mi sono resa conto che “l’occhio” e le patologie oculari venivano spesso “dimenticate” … poco inserite anche nel nuovo percorso di Medicina Complementare che avevo intrapreso. Ho ritenuto, quindi, necessario elaborare dei protocolli atti a riempire gli spazi lasciati dalle discipline mediche in tema di patologie oculari.

RDN: Il suo motto personale è: “Gli Occhi riescono a vedere quello che la mente è in grado di comprendere”, perché ha scelto proprio questa frase e, soprattutto, cosa significa?

RB: Nell’OftalmOmotossicologia e nella sua “sede” medica definitiva che è l’Integrated Epigenetic of Happiness, la Consapevolezza del Vedere e non del Guardare permette alla Mente di Conoscere. Di concerto, ovviamente, la Mente deve essere preparata a quello che può, e dovrebbe, essere Visto da ognuno di noi.

RDN: Nel 2017 nasce poi “Runa Arte di Vivere”. Qual è lo scopo della Società in oggetto?

RB: Runa Arte di Vivere nasce per dare spazio a tutti di poter conoscere soluzioni diverse alle varie problematiche mediche e del Vivere quotidiano. Vivere è appunto un’Arte che dobbiamo promuovere. Runa Arte di Vivere ci permette di arrivare alla gente e non solo ai professionisti. Dedichiamo molto del nostro tempo per poter fare questo e ne siamo veramente fieri.

RDN: Che rapporto si instaura tra medico e paziente con questo tipo di cura medica?

RB: Quando Ti avvicini alla Persona considerando tutti gli aspetti che possono aver innescato il meccanismo di disequilibrio del corpo, curi e questo, oltre all’insegnamento è il vero scopo di Runa Arte di Vivere e di Runamed “il braccio medico” di Runa. Runamed: We Care We Teach.

RDN: Ci sono delle patologie specifiche per cui lei pensa sia più indicato utilizzare l’OftalmOmotossicologia?

RB: Ogni patologia oculistica, e non solo, può essere affrontata in supporto alla Medicina Tradizionale.

RDN: A questo proposito il suo centro organizza anche dei corsi di formazione: a chi sono dedicati e quali sono gli argomenti che vengono trattati?

RB: Parte a Gennaio il Primo Corso dell’Integrated Epigenetic of Happiness: Innovative Medicine. Lo ritengo un Percorso veramente unico nel suo genere. IEH nasce dopo molti anni di studio e porta l’accento sulla modalità epigenetica della nostra capacità alla “sopravvivenza” scoprendo le modalità in cui questa si verifica. Il Corso, nello specifico, è costituito da quattro Moduli Formativi e un Modulo Esperienziale. Le tematiche affrontate sono divise in modo che ogni modulo risulti indipendente e possa essere frequentato singolarmente. Aperto, ovviamente, ai tutti i Professionisti della Salute che impareranno tecniche, quali ad esempio il Trattamento Neuromodulante, ma anche a Chi vuole Crescere dal punto di vista Personale.

RDN: Altra nuova frontiera della medicina di cui lei si occupa è l’epigenetica integrata, di cosa si tratta?

RB: Come già accennato nell’Epigenetica Integrata affrontiamo temi che permettono al Nostro Corpo di affrontare la sfida di ogni giorno: la nostra sopravvivenza in piena salute. 

 

RDN: Per quali patologie è indicata?

RB: La Neuromodulazione, la PNEIs, la Teoria Mitocondriale, la Terapia Fisica Vascolare, l’OftalmOmotossicologia permetteranno a Chi si specializzerà in questa nuova metodica di riportare il proprio Paziente/Cliente al vero Riequilibrio della Salute.

RDN: “Runa Arte di Vivere” si occupa anche di altro, ad esempio la Massoterapia che ultimamente in Italia sta prendendo molto piede, di cosa si tratta e da dove partono le sue origini?

RB: La Massoterapia è tecnica antica. Noi sviluppiamo trattamenti massoterapia medici per lavorare sul dolore dei nostri Pazienti. Abbiamo ideato il Trattamento Neuromodulante esclusivo dei Corsi Runamed. Una seduta Massoterapica permette di sciogliere anche quei “blocchi” che si manifestano nel corpo e che se sciolti permettono quel Riequilibrio di cui cerchiamo di essere portavoce. A questi si affiancano altri trattamenti massoterapici quali: il massaggio linfodrenante vodder, il massaggio sportivo, il massaggio rilassante, il massaggio anticellulite, la normalizzazione della fascia e l’innovativo hypno-massage.

RDN: Tra i vostri servizi c’è anche l’ipnosi regressiva alle vite precedenti… molto curiosa come disciplina. In cosa consiste?

RB: Fare una seduta di Ipnosi Regressiva alle Vite Precedenti significa fare un Viaggio molto “profondo” dentro di Noi. Il “varcare” quel limite, che noi uomini contemporanei riteniamo “invalicabile”, ci permette di sciogliere nodi presenti nella nostra vita odierna. Capire come stiamo vivendo adesso in relazione a quello che abbiamo già “sperimentato” è un aiuto fondamentale per vivere Bene. Una vera opportunità per la salute fisica e mentale. Una esperienza insostituibile ecco perché faremo vivere questa esperienza anche a chi affronterà il Percorso IEH.

RDN: Nelle competenze c’è da annoverare anche il Riequilibrio Psico-Emozionale. Ci fa qualche accenno?

RB: Se noi ci poniamo come “specchio riflettente” davanti al nostro Paziente lavoreremo sulla sua psico-neuro-endocrino-immunologia permettendogli, in questo modo, di metabolizzare le proprie emozioni. Noi sappiamo che un qualsiasi elemento che definiamo “stressogeno” lavorerà, purtroppo, sul nostro corpo creando un punto debole dove, inevitabilmente, si innescherà un sintomo o una malattia.

RDN: Come può lavorare in modo positivo sulla psiche umana?

RB: È quello che le dicevo precedentemente: la Psiche risente di qualsiasi “variazione” negativa il corpo riceva. IEH permette di trovare quei mezzi per cui la mente o psiche possa ricevere la “soluzione” … la sua “cura” adeguata!

RDN: Il vostro centro realizza svariati corsi di formazione, ce n’è uno in particolare che si sente di consigliare di fare?

RB: Per i Professionisti della Salute, sicuramente, tutto il Percorso dell’Integrated Epigenetic of Happiness.

RDN: A chi sono aperti i vostri corsi di formazione e come può la gente avere maggiori informazioni per potersi iscrivere?

RB: Abbiamo un sito www.runamed.it  Siamo pure Social: Pagina Facebook Runa A. Di Vivere e il profilo Instagram Runa A.Di Vivere. Sia sul sito sia sui Social diamo indicazioni specifiche per ogni corso. Lascio anche la mail per ricevere informazioni o per iscriversi ai corsi: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

RDN: Ci sono libri da leggere per chi volesse approfondire questi argomenti, quali titoli consiglierebbe?

RB: Ovviamente. Stiamo scrivendo un libro sul Metodo IEH che cercherà di racchiudere le informazioni principali sul Metodo. Abbiamo, poi, pubblicato il libro “La Vecchia che Caramellava le Mele” edizioni Albatros. Un “romanzo” che tratta della Teoria Mitocondriale pilastro fondamentale dei nostri corsi.

RDN: Concludendo, pensa che in Italia ci sia abbastanza apertura mentale per questo tipo di cure? Quanto pensa sia importante che questo tipo di medicina si integri con la medicina tradizionale?

RB: Integrated Epigenetic of Happiness è medicina. Tutto quello che noi insegniamo o utilizziamo come cura per i nostri Pazienti trova riscontri scientifici. Mai contrapporre ma integrare: questa è la sfida della Medicina del Domani!

RDN: Grazie mille Dott.ssa Bertoglio, per la sua disponibilità è stata molto esaustiva e ci hai permesso di conoscere ed approfondire un mondo che non tutti conoscono.

NDM: Grazie a lei per la chiacchierata e per avermi invitato a parlarne.

Come avete potuto notare, nella vita c’è sempre da scoprire qualcosa di nuovo, c’è sempre da imparare e soprattutto la ricerca in campo medico non si ferma mai.

Con questo vi saluto e alla prossima!

Grazie da Almax Magazine per la cortesia e disponibilità. Con affetto e stima!