AGOSTO 2020 " CRISTIANO TURRINI " presenta " KUALA LUMPUR " A CURA DI ALESSIA MARANI

Ciao! vi presento CRISTIANO TURRINI, vincitore del contest di Radio Deejay "Deejay onstage" uscito con il singolo "KUALA LUMPUR".

 

Cristiano Turrini è un cantautore romano classe ‘89. Nel marzo 2013 partecipa in qualità di doppiatore al telefilm “Violetta” per Walt Disney. Lo stesso anno, in trio con Roberto D’Addio e Alessandro Corsi, partecipa al “Festival di Castrocaro” su Rai 2 con gli inediti “Tempesta solare” e “Dicono che le cose” scritti e prodotti da Marco Canigiula (autore per Annalisa, Emma Muscat, Biondo, Suor Cristina, Alessandro Casillo). Nel 2015 firma un contratto da con Cantieri Sonori e pubblica i singoli “Tutto Quello Che Non Siamo” (60 finalisti Sanremo Giovani 2016) e “Irrazionale” (60 finalisti Sanremo Giovani 2018). Nel 2018 è coautore, unitamente a Marco Canigiula, del brano “Sconnessi” (interpretato da Carolina Rey), colonna sonora dell’omonimo film di Christian Marazziti. Il brano riceve la candidatura ai Nastri D’Argento come “Miglior Brano Originale”. Nel 2019 vince “Play! Storie Che Cantano” con il brano “Guernica” (Canigiula, Turrini).  Il 20 febbraio 2020 esce “Bla Bla Bla” (Sneider, Turrini) feat con il cantautore Bolo Mai e il 13 marzo pubblica il brano “Nutella Sul Pane” (Canigiula, Turrini). Il 22 agosto 2020 vince il concorso “Deejay On Stage” con il brano dal titolo “Kuala Lumpur” (Canigliula, Turrini, La Terza), prodotto da Cantieri Sonori, che vanta la collaborazione di importanti musicisti come il pianista Jacopo Carlini (Giorgia, Fiorella Mannioia, Sanremo 2020), Davide Gobello (Fabrizio Moro, Loredana Bertè, Tricarico, Paolo Vallesi) e il bassista Matteo Carlini (Alex Britti, Martina Attili).

Cristiano Turrini

CRISTIANO TURRINI
il nuovo singolo
"KUALA LUMPUR"vincitore del contest
Deejay On Stage 2020

Da oggi 24 agosto è disponibile in rotazione radiofonica “Kuala Lumpur”, il nuovo singolo di Cristiano Turrini (prodotto da Marco Canigiula)
disponibile sulle piattaforme di streaming dal 28 agosto per Cantieri Sonori e Artist First. 

Nemmeno la notte a Kuala Lumpur, tra fumo, zanzare e un tramonto lunare, mi fa dimenticare che da qualche parte ci sei tu” canta la voce di Cristiano Turrini nel suo ultimo brano “Kuala Lumpur”. Una ballad evocativa e coinvolgente in cui l’incontro tra le sonorità occidentali e quelle asiatiche dà vita ad un sound caldo e ricercato, che strizza l’occhio al mondo chillout.  Cristiano descrive la sua canzone <<“Kuala Lumpur” racconta un vano tentativo di fuga dal ricordo di una storia d’amore finita ancora prima di nascere, attraverso un viaggio nei generosi scenari della splendida capitale malese. È un respiro a pieni polmoni, per abbassare il volume dei pensieri e cercarsi altrove.>>  Oltre al cantautore e discografico Marco Canigiula (già autore per Annalisa, Emma Muscat, Biondo, Suor Cristina, Alessandro Casillo), hanno contribuito all’arrangiamento: il producer Skywalker (Marta Daddato), il pianista Jacopo Carlini (Giorgia, Fiorella Mannioia, Sanremo 2020), Davide Gobello (Fabrizio Moro, Loredana Bertè, Tricarico, Paolo Vallesi) e il bassista Matteo Carlini (Alex Britti, Martina Attili).

INTERVISTA 

Ciao Almax Friends, abbiamo avuto il piacere di intervistare Cristiano Turrin. Grazie Cristiano per questo spazio che ci hai dedicato. Grazie a voi. 

Il tuo percorso artistico?  Parto dall’inizio. All’età di 5 anni ero in vacanza con i miei genitori in un villaggio turistico e mi hanno catapultato su un palco. Da li ho capito che quello sarebbe stato il mio posto. Ho iniziato a studiare canto con vari insegnanti e in varie accademie di musica ma anche di recitazione e doppiaggio per ottenere una formazione più completa. Da un po' di anni sono diventato vocal coach e negli ultimi 5 anni mi sono immerso nella scrittura e nella realizzazione dei miei brani con un team che mi segue e sostiene. Ho all’attivo 6 mie produzioni e altre quattro in collaborazione che potete trovare sul mio profilo Spotify.

Influenze musicali? Amo la musica americana soul / R&B dagli anni 90 ad oggi. Il mio modello principale tecnico e di espressione è Stevie Wonder. Di artisti italiani ho amato molto Alex Baroni e amo Giorgia come vocalità. Altro grande riferimento italiano mi piacciono i Negramaro e Cremonini che mi hanno sempre affascinato per la loro scrittura ma anche per la comunicazione musicale che riescono a trasmettere. Degli artisti più recenti invece Mahmood e Gaia.

Come nascono tue sonorità? E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Ci deve essere un buon mix tra le due cose. E difficile dire che una delle due cose sia più importante dell’altra. E’ importante avere una buona qualità del progetto, ottimi brani da presentare per fare delle buone prestazioni live.

Che valenza ha l'aspetto estetico sul palco? E’ diventato fondamentale, l’immagine per un cantante fa il 50% . Questo non significa però bellezza estetica semplicemente ma essere particolari, avere quel qualcosa che sul palco sia interessante, che sprigioni carisma.

Chi si occupa della tua sponsorizzazione? Da più di 5 anni ho firmato un contratto discografico con l’etichetta Cantieri Sonori di Marco Canigiula con il quale lavoro costantemente alle mie produzioni. C’è una stima oltre che professionale anche umana cosa che per me ha molta importanza.

Che opinione hai a riguardo del panorama artistico musicale in Italia? Come mai viene dato poco spazio agli esordienti? Sono due domande molto simili e la risposta può essere la stessa. Purtroppo viene dato poco spazio agli esordienti, poco spazio per la musica che andrebbe ascoltata anche se non di un cantante famoso quindi un po' siamo vincolati tutti dalle radio , o da Spotify che ha un valore immenso che ha un potere pazzesco in base alle playlist in cui vieni aggiunto, qualcuno che gestisce e magari dà più visibilità ad uno piuttosto che un altro. In generale ti dico che quello che ascolto oggi in Italia non è per nulla male, non sono polemico da dire che è tutto brutto anzi, ci sono molte cose che mi piacciono come qualcuna che mi piace meno ma è sempre un gusto soggettivo, gusti musicali. Però dare più spazio a tutti sarebbe sicuramente meglio.

Mai fatto provini in qualche Talent show? Perchè? Ho fatto vari provini si, da Xfactor, Amici, The Voice ma non è mai andata. Spesso è stato scoraggiante ma sono esperienze che mi hanno spronato a fare sempre meglio. Oggi i talent televisivi sicuramente ti aiutano a farti conoscere da un pubblico molto più vasto ma non è di certo l’unico modo per fare musica. Se dovesse arrivare come esperienza bene, altrimenti continuo comunque a percorrere la mia strada.

Rapporto con i fan? Spero da qui a qualche anno di averne molti, per potermi divertire insieme a loro, poter fare dei live dove io sarei felice di renderli felici. Non vedo l’ora di averne un numero abbondante per poter fare tante cose insieme a loro, che già oggi in piccola parte faccio quando ho delle serate live con il pubblico che mi segue e mi piace essere disponibile con loro sempre, mi piace. I fan sono la linfa vitale per chi fa il nostro lavoro

Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Credi nella Discografia Italiana? C’è tutto, ci sono soddisfazioni e ci sono delusioni. So che può sembrare banale rispondere tutto e niente ma probabilmente devo dirti che ci sono state più delusioni. Nella mia carriera, quasi decennale, ho avuto occasioni per poter fare un salto, sono arrivato sempre ad un passo dalle grandi occasioni ma poi non si concretizzavano e quindi provocavano delusione in me, una “bella botta” che ti spinge giù ma per fortuna credo di essere stato bravo a risalire, a credere in me e nel mio progetto e devo dire che il Deejay On Stage ne è stata la prova. Sarei un folle a non credere nella discografia italiana dato che voglio fare questo mestiere. Di certo spero che qualcosa cambi.

Sogni nel cassetto? Continuare a vivere di musica, a sentire i miei pezzi in rotazione radiofonica e calcare numerosi palchi.

Progetti Futuri ed Aspettative? Stiamo già lavorando a nuovi singoli che non vedo l’ora di far ascoltare ad un pubblico sempre più vasto.
E poi, perché no, spero di arrivare un giorno sul palco del Festiva di Sanremo!

Grazie ancora da parte di Almax per questa splendida intervista, con affetto e stima.

LINK UTILI:

Instagram: https://www.instagram.com/cristianoturrini
Facebook: https://www.facebook.com/CristianoTurriniOfficial1
Spotify: https://open.spotify.com/artist/75mpf04oauDFgHn3IGl3LJ

CREDITS:

RED&BLUE MUSIC RELATIONS
www.redblue.it - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Fb: RedBlueMusic      
Ig: redblue_musicrelations    
Tw: RedBlue_Music

1eaf6e16 6819 488b ac91 a5e8f89799dc