AGOSTO 2022 "L’Anagramma Della Stella" di Barbara Cremaschi a cura di Rosalinda di Noia

Testo di Rosalinda Di Noia

  • Titolo: L’Anagramma Della Stella
  • Autrice: Barbara Cremaschi
  • Editore: Il Prato
  • Pubblicazione: 25 Marzo 2022
  • Pagine: 208
  • Genere: Racconto

Barbara Cremaschi 2 Ph Credits Franco Mannocci

Questo mese per l’angolo delle recensioni ospitiamo una nuova autrice. La scrittrice in questione è Barbara Cremaschi, nata in Liguria e cresciuta in Veneto dove vive tuttora. Laureata in chimica industriale, ha lavorato per quasi vent’anni al petrolchimico di Porto Marghera ed è ora impiegata nel settore ambientale. Per la casa editrice Il Prato ha pubblicato con il collettivo Norah Gelbe i due gialli “La ragazza bambola” e “Un mare di luppolo” e la raccolta di racconti a tema “Gotico Venexiano”. Sempre con Il Prato ha pubblicato nel 2019 “Cosa fa quest’intrusa in casa mia? Diario di resistenza gattesca”. Collabora inoltre con riviste letterarie online.

Il libro di cui parliamo e il suo secondo libro è stato pubblicato sempre per la Casa Editrice Il Prato e si intitola: “L’Anagramma Della Stella”.

Barbara Cremaschi 3 Ph Credits Franco Mannocci

Sinossi

Mettiti comodo, steso su un prato quando il cielo si accende, oppure seduto sulla tua poltrona preferita affacciata sulla finestra, quando la notte profuma di storie e stelle. E sogna. Questa è una storia di stelle. A partire da mamma Rosa, testarda e sfacciata, il big bang di questo universo in cui il mondo umano passeggia assieme a quello animale. Rosa è una stella caduta sulla terra. Una stella un po' insolita, fuori dai cliché che disegnano le creature celesti con tratti delicati e voci angeliche. La sua grazia si esaurisce nel nome, profumato come uno dei fiori più belli che la natura ci regali, ma dal carattere "spinoso" e un po' ribelle. Piccola e tarchiata, gambe tozze, ma due occhi chiari che tradiscono la sua natura celeste e, soprattutto, un cuore grande, in cui spingere dentro tanti piccoli randagi in cerca di un rifugio per ripararsi dalla tempesta della vita di strada. Chi a undici anni viene spedito a lavorare lontano da casa, senza un posto dove dormire e nulla da mangiare, sa bene cosa significhi sentirsi randagi. Lo ha provato sulla propria pelle e non se ne dimentica davanti a quegli occhi incastonati come perle su una pelliccia arruffata che ti guardano e invocano aiuto. Sì, Rosa è una gattara, ma sarebbe riduttivo fermarsi qui per raccontare la sua storia, quella dei suoi compagni di avventura e quella dei tanti Sirio, Claretta, Achille, Tyson, Milady, Gea, ... protagonisti miagolanti, abbaianti, belanti - e chi più versi ha più ne metta - di "L'anagramma della stella". Meglio lasciarsi solleticare dalla curiosità ed entrare in un vecchio casolare immerso nella campagna veneziana pronti a scoprirvi un angolo di paradiso. Età di lettura: da 7 anni.

Barbara Cremaschi 4 Ph Credits Franco Mannocci

Recensione

Questo è il secondo libro dell’autrice che si ritrova a mescolare fantasia e realtà mettendo su carta la sua convinzione che la vita porta sempre un po’ di magia se solo glielo si permette.

Un libro molto particolare dove da protagonista c’è l’amore per gli animali, infatti, la protagonista è una “gattara” sempre pronta a raccogliere a sé i randagi con i quali crea una sorta di simbiosi e rapporto umano. Una storia che tira fuori l’anima più profonda e intensa della protagonista e delle persone che ruotano intorno a lei.

Insomma una sorta di viaggio introspettivo tra sogno e realtà dove spesso le due cose si confondono.

Barbara Cremaschi 5 Ph Credits Franco Mannocci

Personalmente, ho trovato il libro molto particolare oserei definirlo anomalo rispetto ai libri che sono solita leggere. Un libro speciale che insegna che non bisogna mai smettere di sognare e che senza sogni nel cassetto la vita non avrebbe senso e motivo di essere vissuta.

Ammetto di averlo trovato molto interessante e posso affermare che questo libro può far capire quanto sia importante il rapporto che si crea tra l’essere umano e un animale che spesso capiscono meglio di noi di chi ci si può fidare e di chi no.

Consiglio questa lettura a tutti gli amanti degli animali, a chi non smette mai di sognare o semplicemente a chi vuole leggere un libro fuori dagli schemi ordinari.

Se volete approfondire qualcosa di più su Barbara Cremaschi vi lascio qui sotto tutti i link che possono esservi di aiuto:

Selfie con Libro

Inoltre vi ricordo che chi fosse interessato ad acquistare il libro lo potete trovare in tutte le librerie e negli store online.

Auguro a tutti voi buona lettura!