Progetto Almax

15112015

2014 Marzo - "Telefilm" - "IL TREDICESIMO APOSTOLO " - Il limite fra scienza e religione

La domanda sorge spontanea: cosa pensa il Vaticano di questa serie a metà tra il mistico e il surreale? Demoni, esorcismi, eventi soprannaturali, gente che guarisce i malati, spiriti non passati oltre che inducono le persone a commettere atti malefici… e poi ci sono loro, quelli della Congregazione della Verità, uomini di chiesa, vescovi radunati a un tavolo che disquisiscono su come agire nei confronti delle persone dotate di poteri paranormali, di cui padre Gabriel fa parte. Il regista è stato molto acuto, ha riprodotto esattamente quello che secondo me avviene nella chiesa, uomini con abito telare i quali ad alta voce confermano di agire solo in nome della Chiesa e di Dio.  Giusto, perché Dio vuole la morte, vuole il dolore, la sofferenza, vuole che i vescovi facciano a gara per chi ha più potere. Ma dai .. sappiamo quante guerre la religione ha fatto nascere, ma questa.. è un’altra storia!Tornando alla Congregazione della verità, spiccano le figura di padre Gabriel Antinori, interpretato magistralmente da Claudio Gioè e della psicologa Claudia Munari, interpretato dalla bravissima Claudia Pandolfi. Attori molto bravi in quanto, contrariamente a tanti attori italiani, interpretano ogni ruolo in modo diverso, dando al personaggio sfaccettature diverse. Come non ricordare Claudio Gioè in squadra antimafia e Claudia Pandolfi in un medico in famiglia. Proprio a seguito di questi fenomeni, i due protagonisti si incontrano e ben presto si scontreranno perché contrari nelle idee .. lui del tutto mistico e lei puramente scientifica. Ma si sa, gli opposti si attraggono e tra i due nasce l’amore, bloccato sul nascere di un bacio rubato a causa del suo abito. La fiction ruota attorno al potere che Gabriel scoprirà di avere, preda fin dalla sua nascita del perfido Serventi, il quale vuole in tutti i modi usarlo, avendo progettato tutto accaparrandosi l’aiuto della madre del prete che lui credeva morta tanti anni fa. Molti colpi di scena, molta suspance, genere a metà tra l’horror e il thriller, ben fatto direi, se non fosse per l’esagerazione di alcune scene da film di fantascienza. Si sa, il bene alla fine vince sempre sul male, anche se, purtroppo, molte persone perderanno la vita per essersi messe contro il malefico Serventi. Rubrica a Cura di Sabrina Zuccarini

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento