Progetto Almax

15112015

2014 Marzo - Band - GONZALO

Ciao Gonzalo, vi ringraziamo per la partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Percorso artistico? I Gonzalo nascono nell'estate del 2011 dalla volontà mia e di Michele, il chitarrista, di tornare a suonare in acustico come facevamo in un gruppo cover. Da lì poi, nel corso degli anni, abbiamo trovato gli altri componenti. Influenze musicali? Le influenze musicali variano, sopratutto per il fatto che siamo in 6 e che ognuno di noi ha suonato altre cose in altri progetti. Io ad esempio adoro il post-rock, il tastierista viene da un gruppo reggae e il nostro batterista suona anche in un ottima band, i Novalisi, che fanno alternative-rock in italiano. Come nascono vostre sonorità? Le sonorità che abbiamo derivano dagli strumenti che abbiamo deciso di usare e che sono al servizio del nostro scopo primario: scrivere canzoni pop nella maniera più elegante e originale possibile. In un futuro ci piacerebbe dilatare maggiormente il nostro suono usando più elettronica, ma non abbiamo fretta.  E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Di questi tempi credo sia più importante tanta esibizione live per farsi conoscere, per aumentare i propri contatti. Certo che se il tuo cd è poca cosa non non vai da nessuna parte... Quindi direi che sono entrambi importanti, ma l'attività live di più, sopratutto a livello economico. Che valenza ha l'aspetto estetico sul palco? Ha sicuramente il suo peso, dopotutto la musica è anche moda. L'importante è che quest'ultima non prevalga sulla musica, cosa che negli ultimi anni mi pare stia succedendo sempre di più, anche a livello emergente. Chi si occupa della vostra sponsorizzazione? Oltre a Lunatik che sta promuovendo il nostro ep,"Labors", e all'etichetta Seahorse Recordings di Paolo Messere, siamo noi tramite i social network a divulgare il "verbo" dei Gonzalo.   Che opinione riguardo il panorama artistico musicale in Italia? Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? In Italia ci sono sicuramente dei gruppi molto validi. Per quanto mi riguarda credo che i Verdena siano una spanna sopra a tutti, poi citerei Marta Sui Tubi, Non Voglio Che Clara, Giardini di Mirò e non mi dilungo oltre. In generale c'è tanta roba, forse anche troppa, ma purtroppo pochi locali per suonare. Mai fatto provini in qualche Talent show? Perchè? No, mai fatti. Non mi va di sparare a zero sui talent show come fanno in tanti. Semplicemente è un ambiente che, per come vivo io la musica, mi metterebbe a disagio. Rapporto con i fan? Fan?Quali fan? A parte le battute, noi abbiamo iniziato ad "esistere" concretamente solo quest'estate quando abbiamo iniziato a fare dei live. Siamo ancora in fase embrionale da questo punto di vista, ma ci siamo già tolti delle buone soddisfazioni e ad ogni concerto riusciamo a fare breccia nelle orecchie di qualche nuovo ascoltatore. Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Più che delusioni, e parlo a livello personale, tanto impegno e sacrifici per avere indietro poco. Ma se ripenso, nel mio piccolo, alle emozioni che ho provato, rifarei praticamente tutto. Con i Gonzalo, per ora, sono sicuramente maggiori le soddisfazioni e mi auguro che continuino. Credi nella Discografia Italiana? Sono un po' scettico a riguardo. Ho avuto esperienze lavorative nel mondo del "music business", anche se nel mondo dei concerti, e ho visto che c'è poca umanità, che ognuno guarda ai soldi e poco alla musica.  Con Seahorse è la mia/nostra prima esperienza con un etichetta e fino ad ora ci siamo trovati bene. Sogni nel cassetto? Il sogno nel cassetto, e penso di poter parlare anche per gli altri, sarebbe quello di riuscire a vivere della musica dei Gonzalo, ma mi rendo conto che non sia facile, anzi… Restando più con i piedi per terra, sarebbe una gran cosa suonare all'estero, dove credo potremmo essere più "compresi" che in Italia.  Progetti Futuri ed aspettative? Nel prossimo futuro continueremo con l'attività live per promuovere "Labors", contemporaneamente scriveremo nuovi pezzi con l'idea di entrare in studio a settembre/ottobre per registrare il nostro primo full length album... Le aspettative, invece, è meglio non averle, che spesso portano alle delusioni. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima.  [Intervista di: Alessia Marani - Almax]

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento