Progetto Almax

15112015

2014 Marzo "BIG" - Istrione - TERRY SCHIAVO

Ciao Terry, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Cosa puoi dirci del “cameo” riguardante il film a cui hai preso parte? Ho girato questo cameo prima di Natale prendendo parte alla pellicola che si chiama "I wanna be the testimonial",  questo è il titolo per esteso,  ma in realtà come mi ha spiegato il regista nonchè protagonista del film (e stiamo parlando di "Dado Martino") il titolo si sarebbe potuto abbreviare anche solo con "I wanna be" perchè in realtà lui racconta di una storia  d'amore dove in sostanza si rende conto che ognuno di noi "vuole essere testimone della propria vita" sennonché a volte i fatti e le circostanze stesse dell'esistenza ti bloccano, ti limitano e ti segnano con dei timori o delle paure che vanno a formare dei blocchi tali da non permetterti di poter spiccare il volo ed andare a recuperare quella parte di te che magari è  dall'altro capo del mondo nel volto di un amore che ti aspetta. Questo film è davvero molto bello e molto romantico dove fra l'altro si possono ritrovare dei passaggi particolarmente intrisi di sensibilità con delle frasi ad effetto che vanno a toccare le parti più intime dell'anima. Che ruolo ti è stato attribuito nel film? Il mio cameo è quello di Valeria Colombo, la  migliore amica del protagonista. Ex insegnante di origine milanese decido di trasferirmi a "Pescia" (un paese della Toscana) perchè incontro a Milano l'uomo della mia vita che è toscano e per amore mollo tutto decidendo di trasferirmi. Succede però che dopo quattro anni, io, innamorata persa di mio marito pian piano inizio a capire che il sentimento in sostanza sfuma perchè l'amore se non viene coltivato giorno per giorno è destinato a finire. Questa delusione amorosa mi fa molto male e non per cercare di evadere dalla realtà ma per tentare di costruire una vita tutta mia, studio e mi metto all'opera per ritrovare un futuro diverso provando ad essere una persona importante e diventando così il sindaco del comune di "Pescia". Nel frattempo mi lascerò con mio marito raggiungendo però il successo che volevo. Sarò un sindaco inusuale per i cittadini di questo comune che vedranno in me una donna molto grintosa apparentemente anche spietata mentre invece in realtà non sono altro che un'ex bambina che guardando dietro la tenda di una finestra chiusa sognava il grande amore. Sono comunque una donna molto sensibile che segue frequentemente il blog del protagonista dove lo stesso protagonista attraverso il suo blog mi darà lo spunto per lasciare nuovamente tutto, quindi la professione di Sindaco a "Pescia" e partire alla ricerca della nuova me stessa. Un pò come: "Mangia – Prega - Ama" il mio personaggio del film. Sono molto ispirata dal Blog di Davide che è il mio migliore amico ed anche il protagonista del film e per fare un passo indietro, un tuffo nel passato, vorrei una macchina del tempo per riscoprire chi sia veramente Valeria. "I wanna be the testimonial" uscirà ad Ottobre al cinema ed in tutte le sale Italiane e ci saranno altri diversi volti conosciuti come dal voi già intervistato "Nino Formicola". Questo film oltre che in Italia verrà proiettato anche in America a Los Angeles e sono perciò molto contenta perchè dopo la sitcom girata su sky è arrivato subito  questo splendido ruolo nel film. Quanta Terry c'è in Valeria? Penso che Valeria sia completamente Terry. Leggo solamente un pezzettino del profilo del personaggio perchè si capisca chi sia in realtà Valeria. "Valeria Colombo è il sindaco del comune di Pescia, ex professoressa di educazione fisica". Ora, considera che  a me fa impazzire fare sport, io sono una grandissima sportiva, faccio sport almeno quattro volte a settimana, sono allenata, vado a fare jogging al parco appena esce il sole ed ultimamente mi sono appassionata col "Crossfit"  Mi sto svegliando la mattina il lunedì, il giovedì e il venerdì alle sette e un quarto per andare  a fare "Crossfit" come una pazza scatenata. Lo sport fa bene alla mente !!! "Valeria Colombo si innamorerà perdutamente di questo ragazzo di "Pescia" che la sposerà e la porterà nella campagna Toscana ma dopo quattro anni di matrimonio i due si lasceranno e lui partirà in cerca di fortuna dall'altra parte dell'oceano. Lei ha due possibilità: tornare a Milano o costruirsi una grande carriera.  Lei deciderà di costruirsi una grande carriera diventando sindaco" perchè Valeria come Terry quello che vuole lo ottiene perchè ha una determinazione infinita e la sua missione di vita è di ottenere quello che è giusto per lei, quello che lei desidera. Se nel tuo cuore senti di voler fare davvero qualcosa quel qualcosa è quello che devi assolutamente fare. Anche se la vita ti mette di fronte a numerose difficoltà bisogna mettersi nell'ottica che siano solo prove per constatare quanto realemente tieni a quella determinata cosa. Noi non vediamo mai da questo punto di vista le difficoltà mentre invece dovremmo cominciare a renderci conto che le difficoltà come la crisi magari sono solo opportunità per capire davvero quanto teniamo a qualcosa o a qualcuno.  Mi sto illuminando in questo  momento perchè probabilmente sto rilevando una grande verità e la vita è una grande scuola ed abbiamo solo da imparare ogni giorno che passa. Concludendo mi piace molto questo personaggio ed è stato bravo il regista a studiare il personaggio valutando anche la personalità dell'artista. Per ogni Cameo "Dado Martino" ha infatti studiato il personaggio  esattamente sull'artista. Stai conducendo un programma molto interessante "Bassi Istinti" ce ne puoi parlare? Quali differenze hai riscontrato nella televisione e nel cinema? Certo che si, io attualmente sto presentando "Bassi istinti" una trasmissione ed un format che ho scritto io e che va in onda ogni giovedì alle 22.30 su Milanow (canale 191 del digitale terrestre in Lombardia oppure in streaming http://youtu.be/rlKtLMfpJV0). In questa trasmisassione discutiamo di argomenti ben precisi, infatti ogni puntata trattiamo un "basso istinto" che può essere anche ipotetico. Ieri sera ad esempio abbiamo trattato "la lussuria" che è effettivamente un "basso istinto" nella seconda puntata abbiamo trattato la "poligamia" che invece non è un "basso istinto" ma un istinto naturale di ogni essere umano. Nella prima puntata abbiamo invece trattato "la trasgressione" ed anche in questo caso non è un "basso istinto" perchè ognuno di noi a seconda della situazione, della persona e dei momenti tende a diventare trasgressivo o ad essere trasgressivo, quindi nel contesto della trasmissione che ho ideato c'è un obiettivo ben preciso che è quello di parlare in maniera divertente, ritmata, allegra, gioviale e colloquiale ma sempre seria ed elegante con gli  ospiti. Non si scende mai nel volgare anche se la trasmissione chiaramente ha il bollino rosso perchè vanno in onda dei contributi dove ci sono delle immagini un pò forti, un pò spinte. In questo contesto io sono una presentatrice ed ho il dovere ma anche l'opportunità, il piacere ed il diritto di trasmettere qualcosa che mi riguarda, di comunicare quello che voglio far passare da questa trasmissione. Il mio intento è quello di far riflettere con il sorriso il pubblico da casa che mentre si diverte ascoltandoci inizierà a trarre le proprie conclusioni su un "basso istinto" nel cercare di andare anche  a sfatare tanti luoghi comuni diquelli che possono essere i falsi "bassi istinti" o magari anche far riflettere su qualche "basso istinto" che realmente ci appartiene ma del quale non ci rendiamo conto o non siamo consapevoli o di cui ci vergogniamo. In questo casoio non devo mettere in moto i miei sentimenti perchè sentimenti ed emozioni siutilizzanoin questo lavoro per recitare, nella recitazione di quando stai interpretando un personaggio. Io quando presento non interpreto un personaggio ma sono Terry al 100% con la sua voglia di comunicare e di trasmettere e con la voglia di divertire e divertirsi assieme agli ospiti invitati. Quando sei in televisione e presenti i fattori fondamentali sono: comunicazione, capacità di trasmettere e quindi di connessione e capacità di divertirsi e far divertire riflettendo e facendo riflettere, nel contempo. Questo per quanto riguarda la televisione. Per quanto riguarda il cinema è totalmente diverso e c'è una differenza sostanziale, cioè, nel cinema si recita e si deve entrare totalmente nei panni di un personaggio. Bisogna avere le tecniche e gli strumenti per far emergere le proprie emozioni trasportandole nel personaggio che si sta andando ad interpretare. Nel momento in cui reciti non sei comunque te stessa ma stai portando in scena un personaggio totalmente diverso con proprie emozioni, propri sentimenti, propri stati d'animo ed ogni personaggio ha una sua personalità quindi in quel momento ti sta dirigendo un regista e tu con le tue capacità e la tua professionalità fai arrivare quello che al personaggio viene richiesto di far arrivare. E' un falso mito quello del "personaggio maledetto"? Ti è mai capitato di interpretare un personaggio dal quale non sei più riuscita a separarti? E' vero. A me non è mai capitato ma ne ho sentito parlare e posso comprendere che possa accadere quando ti cali nei panni di un personaggio molto complesso. Dopo il successo del primo libro ne arriva un secondo molto accattivante "love factor". Cosa puoi raccontarci?  Questo libro nasce una sera di Giugno a cena con una mia amica edun nostro carissimo amico che è molto carino nei modi di fare, brillante e sicuramente un bell'uomo che a cinquant'anni però si definisce sfortunato in amore e sottolinea il fatto che nessuno lo voglia. Il classico tipo che io amo definire "il brizzolato sfigato" con la lamentela che le donne lo utilizzano e lo sfruttano solamente. Naturalmente sempre fra persone che si stimano scherzosamente io e la mia amica ci siamo messe a prenderlo in giro dicendogli le classiche frasi: "Non ti preoccupare che ci pensiamo noi a piazzarti"... "Ti troviamo noi la fidanzata ideale" e così mi viene in mente un titolo che era: "Come sistemare un brizzolato in un periodo di crisi". Ecco che ritorniamo al tema della crisi perchè a mio avviso quando c'è la crisi del benessere arriva stranamente anche la crisi dei sentimenti e praticamente mi viene in mente questo titolo e questo possibile libro fatto di una sorta di viaggio attraverso le storie di vita di vari personaggi dallo sfigato al play boy per antonomasia, quello che fa capitolare tutte le donne, dal professore cinese ed al tamarro eccellente, una serie di personaggi reali con storie vissute realmente. Quello che hanno in comune tutti questi personaggi è ciò che praticamente i brizzolati devono cercare di non essere per trovare il vero amore e quindi l'ipotetica anima gemella. Questo mio secondo libro è come prendere per mano questi neo brizzolati per accompagnarli alla scoperta degli errori di cupido mostrando loro come sia uomini che donne nei problemi amorosi non provengano ne da Marte ne da Venere ma seguono proprio due frequenze diverse che cercano soltanto di sincronizzarsi. La vera grande scoperta sarà l'amore per se stessi, il primo vero grande passo per amare la propria futura dolce metà. Quindi alla fine anche l'uomo come la donna perchè il cuore non fa differenze fra uomini e donne, fondamentalmente amiamo tuttiallo stesso modo. Un pavone uomo non avrebbe gusto ad ostentare una così bella coda se non ci fosse un pavone femmina pronta ad ammirarla ed apprezzarla. Una sorta quindi di viaggio divertente in un contesto surrealeanche se preso da fatti assolutamente reali alla ricerca degli errori del cuore. Quello che è meglio fare o meglio non fare per trovare l'anima gemella ed accettarsi per come si è senza volersi diversi. Questo libro uscirà l'ultima settimana di Marzo dove lo si potrà già acquistare in libreria e lo presenterò per la prima volta il 30 di Marzo a Milano dove presenzieranno circa 200 persone. Successivamente però conto di far pubblicità un pò ovunque e quindi farò presentazioni in tutta Italia. Tengo molto a questo libro perché parla d'amore. Qual è il segreto per essere positivi sia per se stessi che per gli altri senza incombere fra i vampiri energetici? In realtà per essere una persona positiva devi annullare completamente la lamentela, tutti, compresa me, abbiamo questo brutto viziaccio di lamentarci. Io nel mio piccolo cerco di rimediare attraverso percorsi spirituali. Il primo passo per tirare fuori la nostra parte positiva è proprio quello di annullare la lamentela. Primo perchè la lamentela ti fa sprecare energie inutili, secondo perchè la lamentela non serve a risolvere situazioni. I vampiri energetici invece sono percepiti a livello epidermico e l'unica soluzione è quella di non frequentarli. Ci sono persone predisposte ad assorbire l'altrui energia e lo fanno in maniera inconsapevole senza rendersene nemmeno conto. Bisogna evitarle. Progetti futuri? Al momento i miei progetti futuri sono quelli di terminare questi iniziati. Fino a Giugno infatti andrò avanti con la mia trasmissione "Bassi istinti" che per me è una grande gratificazione perchè era uno degli obbiettivi che mi ero preposta entro la fine del 2013 inizio 2014. La cosa più bella però è il sapere che questo programma sta andando benissimo ed ha tantissimi ascolti e tantissimo consenso, piace veramente molto e ne sono felicissima. Dall'ultima settimana di Marzo invece sarò in promozione con "Love Factor" sottotitolo "Ma davvero gli Italiani lo fanno meglio?". Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima.  [Intervista di: Alessia Marani - Almax

SPECIAL THANK'S

Le prime sono foto di scena con i due comici di Colorado che sono: Alberto Farina (guardando la foto alla mia destra) e Massimo Valz Brenta alla mia sinistra. gli abiti che indosso in trasmissione sono di Jenny Monteiro. 

CREDITS

I crediti delle foto (compresa la copertina del libro LOVE FACTOR) sono: Photos: Alberto Buzzanca Photographer MakeUp & Hair: Sonia Tomsic @TerrySchiavo2014 @allrightreserved. Dal 30 Marzo in tutte le librerie “LOVE FACTOR”

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento