progetto almax

facebook icon instagram icon email icon facebook icon


Ottobre 2019 Intervista alla mitica Mirella Limotta

Ciao Mirella, ben benritrovata su Almax Magazine. Nella scorsa intervista abbiamo parlato molto del tuo percorso artistico di ballerina, modella e presentatrice, ad oggi invece vorrei chiederti come si è evoluto questo percorso? È stato un percorso interamente proteso verso la danza, il mio primo amore, già da diversi anni mi dedico all’insegnamento. Adoro i bambini e quindi ho trovato un connubio perfetto. È stata una propensione del tutto naturale. È un settore che mi dà molte soddisfazioni. Dopo aver acquisito un ricco bagaglio di esperienze a Roma ho deciso di costruire qualcosa di bello nella mia città.

Hai aperto una tua scuola di danza, una scelta molto coraggiosa. Come vivi la tua scelta? Benissimo! Perché è stata dettata dall’amore e dal desiderio di offrire alle bambine e alle ragazze della mia città l’opportunità di studiare bene, fare esperienze e di avvicinarsi all’idea di spettacolo, quello che è mancato a me quando avevo la loro età e sono stata costretta ad andare fuori. Il nome della scuola è “Solo Danza” perché è incentrata su questa disciplina artistica. La mia idea è quella di indirizzare le allieve allo spettacolo. È un grande impegno e una grande responsabilità, ma sono contenta e sicura di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Se tornassi indietro nel tempo cambieresti qualcosa del tuo percorso professionale? Assolutamente no! Rifarei tutto altre 1000 volte. Ho sempre avuto la fortuna di scegliere e difficilmente mi pento o faccio passi indietro.

Hai definito "I Fatti Vostri" la tua seconda famiglia, qual è stata l'emozione più forte che hai vissuto con il cast? Avendo vissuto con loro la quotidianità e la diretta per ben 3 anni, tutti i giorni sono stati ricchi di emozioni e aneddoti divertenti. Emozionanti sono i rapporti che si instaurano, legami forti che in una città così grande e dispersiva diventano dei punti di riferimento importanti com’è stato con la mia collega più cara, Tiziana Sanfilippo. Non smetterò mai di ringraziare questa trasmissione per avermela fatta incontrare.

Ti piacerebbe fare qualche reality? Se si quale? Perché no! Essendo una spericolata avventuriera mi affascinano molto i reality di prove e scoperte come Pechino Express o Donna Avventura; mi ci vedrei benissimo!

Cosa ne pensi di quei talk show dove il massimo divertimento è quello di provocare litigi? Beh il format è quello! In televisione nulla è a caso, se esistono vuol dire che funzionano. Ad oggi litigi e pettegolezzi fanno audience.

Hai lavorato con molti altri personaggi noti nello spettacolo, chi e in quanti ti hanno lasciato qualcosa? Perchè? Ora come ora il primo nome che mi viene in mente è quello di Fabrizio Frizzi, semplicemente perché mi ha trasmesso l’idea del lavorare in maniera pulita e appassionata, con un sorriso per tutti e una pazzesca voglia di fare, sempre con grande umiltà.

Come sei nella vita reale, al di fuori delle telecamere? Non molto diversa da quello che si è visto in Tv. Credo che il successo televisivo dipenda anche tanto dal fatto di essere spontanei e naturali; le persone costruite vanno poco lontano. Io sono solare, umile, sincera e iperattiva.

Un tuo pregio ed un tuo difetto che ti hanno portato fortuna? L’aspetto fisico mi ha sicuramente aiutata, unito alla tenacia, l’intraprendenza e le competenze acquisite nel tempo mi hanno consentito di raggiungere dei bei risultati. Il difetto che mi ha portato fortuna è l’essere testarda; in questo settore è conveniente.

Come vivi la tua notorietà? È molto bello sentirsi apprezzata e coccolata. Ancora oggi un pubblico fedele a “I Fatti Vostri” mi scrive e mi chiede come sto. Quando non rispondo, è solo per mancanza di tempo. Poi c’è la parte dei pettegoli invidiosi che a loro insaputa giocano un ruolo importante: fanno alzare la mia autostima.

Cosa bolle in pentola prossimamente? Prossimamente mi vedrete coinvolta in un Talent Show televisivo dedicato in particolar modo ai bambini, in più sto lavorando su un cortometraggio concentrato sulla danza.

Grazie Mirella per averci concesso questa splendida intervista ! Grazie a voi di Almax che siete sempre carini e gentili ad ospitarmi nel vostro magazine. Un abbraccio affettuoso e a presto!

Lascia un commento