Progetto Almax

15112015

2013 Novembre - Pittrice - VALERIA ORTU’

Ciao Valeria, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Come ti sei avvicinata alla pittura? Raccontaci Il tuo percorso artistico. Da quando ero piccola mi è sempre piaciuto disegnare, non saprei dire quale sia stata la vera e propria motivazione per questa mia passione,ma forse mi ha spinto a intraprendere questa strada mio padre,anche lui da giovane dipingeva e tutt'ora è un artigiano. Da adolescente ho frequentato il Liceo Artistico,per poi proseguire gli studi all'Accademia di belle arti di Roma,dove sono riuscita a trovare un mio stile e una personale e simbolica interpretazione dei dipinti che eseguo. I tuoi dipinti solitamente di cosa ritraggono? Preferisci colori caldi o freddi e che materiali usi? Come nasce un tuo quadro? Da dove trai gli spunti? Molto spesso dipingo ad ispirazione e sentimento,non riesco a progettare un quadro,quindi è probabile che inizio un dipinto con un idea e lo finisco con tutt'altra idea,ma per tornare alla domanda la maggior parte dei miei soggetti raffigura il corpo umano,in particolare la donna,in quanto simbolicamente rappresenta la vita. Allo stesso tempo cerco di abbinare soggetti che abbiano un ambivalenza e che rimandino alla caducità della vita,al mondo onirico e agli archetipi dell'uomo. Mi sento molto ispirata ai pittori simbolisti europei,in particolare a Gustave Klimt,ma prendo spunto anche da quello che leggo,ad esempio dai libri di Carl G. Jung,che in materia di sogni e archetipi ha scritto parecchio. Solitamente uso sempre colori freddi in quanto i miei soggetti devono far notare un distacco tra la realtà e la surrealtà, lo spettatore deve arrivare ai miei dipinti con il ragionamento,non in modo superficiale e logico,in pratica lo spettatore deve scervellarsi. Cosa ne pensi delle mostre? E' possibile vedere in giro i tuoi lavori? Ho una sorta di sentimento ambivalente per quanto riguarda le mostre, ho sempre partecipato a mostre collettive ma non ho mai amato la competizione, non per un senso di superiorità ma perchè penso che ognuno di noi debba avere il proprio spazio senza doversi mettere per forza a confronto con altri artisti che la maggior parte delle volte dipingono tutt'altro genere rispetto al tuo,quindi è raro che capiti un confronto alla pari,sia a livello tecnico che semplicemente visivo. Spero un giorno di avere la possibilità di fare una personale,se no pazienza,io dipingo prima di tutto per me stessa! I miei lavori si possono visionare sulla mia pagina Facebook: https://www.facebook.com/vortu1  o su questo mio sito: http://aaudrey.carbonmade.com Hai raccolto più soddisfazioni o delusioni nell'ambiente artistico sin ora? Togli qualche sassolino dalle scarpe. Ho raccolto la grandissima soddisfazione di essermi laureata con merito,e di aver sbattuto in faccia a chi non credeva in me questo pezzo di carta,di essere arrivata ad un livello tecnico abbastanza buono,con la speranza di migliorare ogni giorno e sono riuscita a vendere parecchi dipinti e ritratti. Però allo stesso tempo sono rimasta delusa da molte cose, ad esempio che alcuni 'pittori' riescono a fare mostre,vendere con facilità non meritandoselo affatto,sono sempre stata dell'idea che non tutto è per tutti. Magari l'ambiente artistico non fa per me, in quanto già mi sento di non appartenere a nessun tipo di etichetta,in quanto a mio avviso “se ti etichetti ti neghi”. Credi nell'arte pittorica Italiana? Ci sono secondo te nuovi artisti da tenere d'occhio? Si, credo nell'arte pittorica italiana fino ai primi del 900,anche se ci sono molti artisti odierni che meritano lode e stima,ma che si rispecchiano nei canoni accademici e classici. Mi piace anche qualche pittore Pop Surrealista,e altri ritrattisti, ma rimango sempre sul classico. Perchè non c'è nulladi più bello che tornare all'antico. Parlaci dei tuoi progetti futuri e se vuoi di un sogno nel cassetto? Un mio progetto e sogno sarebbe quello di aprire una galleria d'arte o un atelier,dove poter esporre e vendere i miei dipinti,ma anche dare la possibilità a giovani artisti di talento di avere un posto per potere esporre e vendere a loro volta le loro opere,senza dovere spendere cifre esose. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima.  [Intervista di: Piero e Lisa - Alchem]

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento