Progetto Almax

15112015

2013 Marzo - "BIG" Astrologia - RICCARDO SORRENTINO

Ciao Riccardo, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Innanzitutto dove sei nato? Sono nato a Napoli l’ 11 maggio 1952 e vivo nei pressi di Pozzuoli, in un luogo dove I quattro elementi astrologici (fuoco, terra, aria e acqua) sono esaltati (fuoco-Solfatara-campi flegrei; terra --- fertilissima..ideali per vini di qualità; aria—salubre e vibrante; a cqua…il mare e I laghi). Quali studi hai intrapreso? Oltre quelli lunghissimi e costanti legati all’ Astrologia, sono diplomato in ragioneria e merceologia, sono un life coach e, anche se tardivamente, sono vicino alla laurea in legge. Come ti sei accostato al mondo della televisione? Risale a tanti anni fa, con collaborazioni costanti delle principali emittenti private campane ( parliamo dei primi anni 80) favorite da una mia particolare specializzazione astrologica ( in effetti creata da me perchè, fondendo I bioritmi e I bio-trend astral, è dal 1978 che studio l’ importanza del trend bio-astrologico sulle prestazioni degli atleti di ogni sport, e come il cielo natale influisce sulle scelte sportive e sui ruoli in campo. E ancora prima ho collaborato con le principali radio (radio Kiss Kiss e radio Marte). Diventai un personaggio in Campania perchè riuscivo a prevedere anche l’ 80% dei risultati ( e per questo ho ricevuto anche premi) e per questo poi, per quanto riguarda la televisione nazionale) mi arrive nel 1989 il primo invito da Telemontecarlo per la trasmissione Goleada condotta da Massimo Caputi con Ela Weber e il caro indimenticato Giacomo Bulgarelli, e in cui ,già dalla prima serata, ebbi un grande successo (perchè era in diretta e in contemporanea con il derby Milan Inter e , Massimo Caputi, dopo cher avervo mspiegato che io non facevo cert oil mago ma studiavo e comparavo sia I bioritmi che I biotrend dei protagonist per fare una previsione potenziale e statistica, lui mi chiese che il pubblico si aspettava però da me, in quell momento, il risultato del derby e I protagonist….; io che l’ avevo chiramente studiata dissi che sarebbe fiunita probabilmente 2 a 2 e che I protagonist I sarebbero stati il vergine Leonardo e il capricorno Zamorano e……fu la mia fortuna( in quella giornata avevo anche io un cielo bellissimo e fortunato) …perchè la partita finì proprio 2 a 2 con due gol di Leonardo per il Milan e uno di Zamorano per l’ inter . Da allora arrivarono tanti altri invite, e poi Telemontecarlo mi fece un contratto fisso per la stagione successive sia per Goleada che per un oroscopo giornaliero ( DI che Segno sei) ideato da me, in uno studio dove io passeggiavo tra I segni ( erano sagome di plexigas colorate) accarezzandoli. Da allora…tanta televisione e tanta radio…Rai: Quelli del calcio, Uno mattina, Italia su 2 etch ; Mediaset: Buona Domenica, Cupido, La ruota della fortuna etch; La 7 ..oroscopo; 7 Gold : Buonsegno; e poi Radio Montecarlo e Radio 105 per molti anni; Sky sport e Buongiorno Cielo con Paola Saluzzi, e, attualmente, ancora Radio Marte e tanti inviti su emittenti nazionali e private.sia I bioritmi che I biotrend dei protagonist per fare una previsione potenziale e statistica, lui mi chiese che il pubblico si aspettava però da me, in quell momento, il risultato del derby e I protagonist….; io che l’ avevo chiramente studiata dissi che sarebbe fiunita probabilmente 2 a 2 e che I protagonist I sarebbero stati il vergine Leonardo e il capricorno Zamorano e…… fu la mia fortuna (in quella giornata avevo anche io un cielo bellissimo e fortunato) …perchè la partita finì proprio 2 a 2 con due gol di Leonardo per il Milan e uno di Zamorano per l’ inter . Da allora arrivarono tanti altri invite, e poi Telemontecarlo mi fece un contratto fisso per la stagione successive sia per Goleada che per un oroscopo giornaliero (Di che Segno sei) ideato da me, in uno studio dove io passeggiavo tra I segni (erano sagome di plexigas colorate) accarezzandoli. Da allora…tanta televisione e tanta radio…Rai: Quelli del calcio, Uno mattina, Italia su 2 etch ; Mediaset: Buona Domenica, Cupido, La ruota della fortuna etch; La 7 ..oroscopo; 7 Gold : Buonsegno; e poi Radio Montecarlo e Radio 105 per molti anni; Sky sport e Buongiorno Cielo con Paola Saluzzi, e, attualmente, ancora Radio Marte e tanti inviti su emittenti nazionali e private. Il tuo approccio al mondo dell'astrologia com'è avvenuto? C’è da dire, essendo nato in una famiglia con una certa sensibilità in tal senso, che già da ragazzo avevo una spiccata attrazione e curiosità verso i misteri esoterici, ma non avrei mai immaginato di essere un “chiromante “ e di diventare, un giorno, anche un astrologo. Perchè ho detto…prima “chiromante”? Perchè quando avevo 18 anni, fui ospitato in Sicilia da un amico che si chiamava Agostino , la cui nonna era un personaggio straordinario, dotato di una grande sensibilità e predisposta a dare una mano agli altri; era una chiromante e, nel leggermi le mani, mi disse (anche con un tono sorpreso)..:ma anche tu sei un chiromante! Sorpreso più di lei, Le chiesi perché affermava questo, e Lei li rispose che nelle mie mani c’era l’ anello di Salomone, e cioè una linea rotonda che avvolge la base di entrambi gli indici e che rappresenta il segno più netto di chi è predisposto alle materie esoteriche e, in particolare, a chi è predisposto a leggere le mani. Sorrisi divertito a questa rivelazione, ma, nel frattempo la scintilla si era già accesa in me. Cominciai così per gioco a leggere le mani alle ragazze anche e perchè era , così, più facile fare amicizia con loro e ..magari.. chissà…. Mi accorsi, però, in breve tempo, che davvero le mani erano per me una porta per entrare nel cuore e nella mente delle persone che avevo davanti e, quindi, iniziai a comprare i primi testi di chiromanzia per specializzarmi. Scoprii ben presto che molte cose scritte sui libri non erano in linea con quello che stavo rilevando io con le mie continue letture di mano e, ben presto cappi anche, che c’è una lettura tecnica e un.. istintiva e predestinata. Leggendo le mani, incominciai a conoscere termini collegati all’ astrologia; infatti valutavo i monti di Venere, di Marte, Saturno, di Giove, della Luna, dovevo dare importanza alla line del Sole ed, inoltre, constatai che spesso il segno zodiacale caratterizzava le mani e, magari, una mano di un gemelli appariva ricca di linee, mentre quella dell’ariete era grossa, sanguigna e con poche linee. Nacque quindi la curiosità verso l’ Astrologia. Anche in questo caso comprai dei libri e, cominciando da autodidatta, feci, poi, a 23 anni il grande incontro con la Morpurgo che per me resterà sempre, oltre che il mio faro, la più grande astrologa italiana. Da allora ho studiato molto, ma senza fatica perché questa scienza mi era entrata nel sangue ..e eccomi qua. Quindi sono circa 40 anni che l’ esoterico mi ha toccato e, da circa trenta, sono diventato anche un esperto di astrologia sportiva con una particolare attenzione al calcio. Cosa ne pensi di questa disciplina? Sui miei account d facebook ( ne ho tre ma con uno ( mia foto in copertina di un mio libro) ho problemi di ingresso per un incaglio con la password, e, quindi, se mi volete chiedere l’ amicizia, chiedetemela su “riccardosorrentinotris” o cliccate su riccardo sorrentino personaggio pubblico) racchiudo l’ Astrologia in un concetto…contadino….” …siamo come terreni che in certi momenti sono fertilissimi e in altri sonoda… zappare per farli ritornare fertili … L’Astrologia, in fondo, è tutta qui…, è una statistica millenaria che ci detta i tempi per questo ciclo …”zappa, semina… raccolto “ e che ci può aiutare a conoscerci meglio e a dare più importanza a ciò che ci circonda sia in termini di persone che di situazioni. C’è un tempo quindi per preparare il terreno (riflettendo e curando l’ introspezione , magari anche dolorosa( vedi Saturno) , un altro per seminare con il nostro intuito e la nostra intelligenza (vedi Mercurio) e un altro ancora per raccogliere con la gioia di esistere ( vedi Giove). C’ un tempo per tutto, …e noi siamo come frutti di stagione…, e come tutti i frutti ,in certi momenti siamo acerbi e in altri siamo maturi…; il cogliere l’attimo giusto è uno degli obbiettivi possibili per cui l’ Astrologia personalizzata può esserci di grandissimo aiuto. Come ritieni il mondo delle arti divinatorie in generale? Premetto che ho un gran rispetto del “mistero” in generale. Io, infatti, pur essendo un astrologo, sono un credente e credo nel soprannaturale e nei “ settimi cieli” . Li definisco al plurale perchè il settimo cielo è citato in diverse religioni, e, in tutte, il 7° cielo corrisponde al livello più alto di evoluzione dell’ anima, quello che permette ad essa di fondersi con Dio ( o chi per lui…, se, per diversa fede, preferite altri nomi). se ci riflettete un attimo, se sono 7 i cieli, vuol dire che ce ne sono altri 6… tra la vita terrena e il mondo dell’ “Al di Là,”; …e, secondo me il “primo cielo” è quello delle “entita” … ancora attaccate, in qualche modo alla vita, ….e già questo è un meraviglioso mistero…Per quanto riguiarda però le arti divinatorie in generale, con tutto il rispetto, c’è un abisso tra l’ Astrologia e la chiromanzia le altre arti ( cartomanzia, caffeomanzia etch ) sia per quanto lo studio continuo e profondo che pretendono sia l’ astrologia che la chiromanzia e riflessologia della mano, rispetto alle altre e sia perchè, non avendo bisogno di un oggetto per esprimersi ( carte, pendolo, palla di vetro, tazza di caffè, tavolo e bicchiere etch,,) hanno una loro purezza, e sia perchè molti maestri spirituali che ho incontrato nella mia vita, pur provenendo da culture diverse, concordavano nel considerare molto rischiose le divinazioni che avevano bisogno di un oggetto, perchè poi quell’ oggetto diventava sia la porta della divinazione, che lo squarcio esoterico e temporale che permetteva anche l’ ingresso devastante di entità di 1° livello pericolose sia per chi aveva chiesto la divinazione che per chi la stave eseguendo. Oltre all'astrologia hai anche fatto l'attore: com'è stato? Una mia costante passione giovanile. Ho sempre scritto testi per canzone e teatro (sono iscritto da quando avevo 20 anni alla S.I.A.E e, tra I 21 e I 25 anni, ho avuto l’ onore di recitare miei monologhi come intermezzo degli spettacoli dell’ immenso Roberto Murolo. Ho scritto I testi di canzoni del musicista Celeste Conte, ho firmato da autore un importante spettacolo di Lucia Cassini, e spesso, dai 23 ai 28 anni, ho partecipato come attore nei suoi spettacoli settimanali televisivi. Successivamente, conoscendo e facendo amicizia di Vincenzo Salemme e diventando il suo “amico delle stelle”, e sapendo della mia passione ( e anche un pò di talento) nella recitazione, mi fece fare un bel “cameo” nel suo film Code da pazzi nel ruolo di unmendicante particolare , a cui ne è seguito un altro in Sms ( ero il preside della scuola) , per poi arrivare all’ ultimo suo film come regista e cioè “No problem” dove interpretavo il pubblicitario..agente del bambino protagonista. E’ chiaro però che resta solo un piacevole ed emozionante hobby. Com'è la tua esperienza con le radio? L’ho anticipate prima …. fondamentale e costante. La radio posso dire che , oltre ad averla nel mio “tema natale”, con un superstellium in toro …segno che caratterizza la gola e la voce,…l’ho davvero nel sangue. Faccio radio da quando avevo 19 anni, sono stato il primo conduttore di un “notturno” in una delle prime e più importanti radio napoletane (Radio Antenna Capri) , un notturno alquanto piccante e divertente che chiamai  (e dal titolo si può capire quanto lo fosse) “One Up ... One down”. Da li, poi, tanti anni costanti di radio (Radio antenna flegrea, Radio kiss Kiss, Radio Marte, Radio 105, Radio Montecarlo) ... Insomma, avendo ora 60 anni          (portati benissimo ehehehe), posso dire che sono 41 anni che vibro via microfono con un pubblico che amo. La radio infatti ti permette di sognare e far sognare, perchè legata solo alla parola, libera l’ universo di immagini che, ognuno di noi, ha nel cuore e nella mente. Cosa consiglieresti a chi volesse accostarsi al campo dell'astrologia? Di amarla nella sua essenza, senza considerarla un mezzo per acquistare una conoscenza di “ potere” o di “certezza” e di…non avere la pretesa di arrivare subito al dunque e di bruciare le tappe. L’ astrologia è una materia che si deve studiare dall’ “alfabeto” , cominciando a guardarsi dentro e guardare ogni elemento della natura che ci circonda, per poi fare I primi passi negli studi dii questa material così affascinante. In riferimento poi al voler diventare un “bravo astrologo”, voglio evidenziare le parole di un mio mio grande maestro spirituale Claudio Soares, che mi disse tanti anni fa che…un buon maestro deve solo “spazzare un metro di foglie davanti ai piedi per far intravedere un sentiero….” . Un buon astrologo quindi, pur se non deve avere paura di dire quello che “esce fuori” dalle sue valutazioni, deve avere anche, nel rispetto del libero arbitrio dell’ interlocutore, sia la consapevolezza di quante variabili ci possono essere tra la sua previsione e la realtà, e sia la capacità di farlo con le parole giuste, cercando, comunque, di dare input positivi. Un buon astrologo è conscio della grande responsabilità che si assume in una materia che ha, per chi ci crede, un grande potere di suggestione e una grande influenza . Questo voler dire avere la massima consapevolezza che ogni parola ha un valore enorme (perché può comunque condizionare un interlocutore sensibile e fragile sia nel bene che nel male). Ogni parola e ogni consiglio quindi, va espresso senza superficialità chiarendo sempre bene che sono solo indicazioni di massima e bisogna dare sempre una valenza positiva, di speranza e fiducia, in quel che si dice o si consiglia. Parlaci un po' dei tuoi progetti futuri, cosa bolle in pentola? Fermo restando che continuo sempre a collaborare con il settimanale Diva e Donna, con Canale 21 e Canale Iride e con Radio Marte, tra pochi mesi, dovrebbe partire un mio format di previsioni sportive molto originale e grintoso, ma, pur se astrologo, da buon napoletano scaramentico, preferisco mantenermi vago sia per I contenuti che per il canale su cui andrà in onda. Nel frattempo collaboro, sul piano editoriale con una giovane ma vincente casa editrice napoletana (Iemme), per cui ho scritto il mio libro del 2013 “Segno per Segno- Giorno per Giorno” con le mie previsoni , segno per segno, dal gennaio 2013 a fine gennaio 2014, ma anche le previsioni mensili e giornaliere , con I giorni si e no per il gli incontri o cercare lavoro, per mandare curriculum, per sostenere esami, per chiedere un mutuo, per tentare la fortuna al gioco, per incontrare l’ amore, per cercare di rucicre uno strappo con il partner etch etch; tutto questo indicato giorno epr giono m nese per mese. In più, in questo libro, I suggerimenti preziosissimi, mese per mese, della life coach Anna maria scotti e quelli legati all’ alimentazione e al benessere fisico di Alessia Sorrentino con la sua “bacheca dell’ Astro naturale”. Da inizio febbraio poi, questo mio libro, si può acquistare anche , online, in versione ebook, con solo un euro a segno (davvero un prezzo eccezionale ,per regalarsi un ebook con un oroscopo così dettagliato fino a fine gennaio 2014 e per regalarlo a chi si ama (…per farlo vi basta cliccaee su questi link:

 

 

Edizioni Parlando invece del mio futuro editoriale, per la stessa casa editrice sto completando un mio libro sull’ amore che mi auguro diventi un vero manuale stellare sui sentimenti; si tratta di un libro che vorrei lanciare anche negli Stati Uniti...e anche in questo caso, e per gli stessi motivi di cui sopra, non vi dico il titolo preciso….anche perchè è un titolo davvero “azzeccato e vincente”… Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Alessia Marani – Almax]  

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento