Progetto Almax

15112015

2013 Novembre - Dissacratoria - “PICCOLE POP STAR CRESCONO”

 Non ce l’ho ancora fatta a guardare lo “scandaloso” show agli “Mtv  vma 2013” di Miley – gengivasporgente- Cyrus, ma ne ho sentito molto parlare. E vedo che, mentre tutti si affannano a cercare l’erede della cosiddetta regina del pop Madonna (ancora?!), la realtà e ben più avanti, e di fatto siamo già alla ricerca dell’erede di Britney Spears, una che nonostante tutto e tutti è riuscita a lasciare più di un segno nella storia del pop mondiale. E tra le vagonate di “cantattrici” sfornate a vanvera  dalla Disney, l’ex “Hannah Montana” sembra la più indicata a ricoprire tale ruolo. Stessa immagine acqua e sapone degli esordi, inizio dell’introiettamento con la “Can’t be tamed-era”, fino alla metamorfosi completa in questo ultimo anno. Certo a differenza della barbardoregna  Rihanna, per esempio, che sforna un disco all’anno e tra l’uno e l’altro se fa di tutto quello che trova in giro, la sregolatezza della piccola Cyrus è più “studiata” e ricercata.  E così eccoci a “Bangerz” il quarto studio album della piccola Miley che oltre ai due bellissimi singoli ( lo so un po’ mi vergogno di questo “bellissimi” ma giuro lo sono!) “We can’t stop” e “Wrecking ball”, conterà anche una collaborazione proprio con la bionda popstar americana Britney Spears, e a me, che sono vecchia e nostalgica, quest’operazione ricorda un po’ il coronamento del sogno delle Spears di cantare con il suo idolo lady Madonna nel brano apri pista di “In the zone”.   E’ proprio il caso di dirlo: Piccole popstar crescono, e pure con taglio corto-biondo platino alla moda! Rubrica a Cura di Rossella Latalpa

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento