Progetto Almax

15112015

2014 Gennaio - Musica Internazionale - ALISSA WHITE-GLUZ “METAL VOICE”

Alissa White-Gluz è una delle voci femminili attualmente abbastanza note tra gli amanti del metal in ogni sfumatura. Oltre che per la sua indiscutibile bellezza è un'artista famosa per il suo modo di cantare growl e pulitocon estrema facilità nel passare da una impostazione all'altra.Oltre che ad essere una brava cantante ha molti interessi, umanitari in primis, che la vedono attivissima esponente dei movimenti animalisti e vegani a favore degli animali e del pianeta in genere.Questa bella ragazza dai capelli blu è di origini Canadesi,per l'esattezza nata a Montreal,il 31 luglio 1985. Fin da ragazzina era impegnata in band metal e tentava con determinazione di emergere, infatti famoso è un video su youtube dove si esibisce  nel brano dei Queen : Bohemian Rapshody, per un provino di un talent canoro. A quanto pare non é servito molto tempo prima che qualcuno la notasse e decidesse di investire su di lei e la sua band.  Inoltre,non è solo lo stile del canto ad aver contribuito a formare la sua band The Agonist, ma anche il suo aspetto dopo essere apparsa in due edizioni della rivista Revolver. I The Agonist hanno per ora  tre album all'attivo pubblicati nel 2007, nel 2009 e nel 2012 con la Century Media. Prima di divenire una band conosciuta, la band portava il nome di The Tempest. Alissa e la sua band hanno preso piede nel metal  grazie agli importanti tour fatti con band del calibro di:  Sonata Arctica, Epica, Kamelot, Chelsea Grin, Arsonists Get All the Girls, The Faceless, Visions of Atlantis ecc. Il genere dei The Agonist è molto vario, viene definito Melodic death metal,Deathcore,Metalcore,Progressive death metal e per i prossimi lavori la cantante ha dichiarato che la musica del gruppo è maturata, non più dura ma più melodica.  Dice inoltre che vi saranno influenze più "classiche" di band come Pantera e Radiohead. Alissa White-Gluz racconta a Lithium Magazine che la registrazione potrebbe essere buona per chi ha una mente aperta riguardo ai gusti musicali e cattiva per coloro a cui piace solo il brano ''Thank You, Pain'',singolo e video che li ha resi noti a molti del pubblico. Per chi sia incuriosito da questa band consiglio un ascolto approfondito e aperto... ''Gli Agonist sono principalmente conosciuti per l'abilità della cantante Alissa White-Gluz di utilizzare sia la voce pulita sia il canto growl e per l'utilizzo da parte del chitarrista Danny Marino di due o più melodie intersecanti e accordi eterodossi spesso con ampi intervalli e spostamenti di ottava''. (wikipedia). Il 4 giugno 2012 sempre con l'etichetta Century Media Alissa e i The Agonist pubblicano il loro ultimo lavoro :Prisoners. Il primo singolo estratto dal disco è Ideomotor. CM Distro afferma: "Combinando elementi provenienti da numerosi sottogeneri del metal per creare un insieme molto più grande della somma delle loro parti, l'album degli Agonist Prisoners riprende da dove l'album del 2009 Lullabies for the Dormant Mind ha lasciato, con una vertiginosa serie di cambiamenti di tempo musicale, riff complessi e testi densi e inebrianti come Stephen Hawking annegò in un mare di piombo. La loro attenzione per il dettaglio e la volontà di dipingere fuori dalle linee paga in picche con Prisoners, evidenziando il posto degli Agonist tra gli impavidi innovatori del suono del metal." Opinioni E Riflessioni  personali: Pochi giorni fa,esattamente il 21 Novembre a Trieste ho avuto la fortuna di vedere esibirsi Alissa dal vivo. Onestamente il mio viaggio per il concerto dei Kamelot ( validissimo gruppo power metal col quale ha collaborato per l'intero tour) è stato incentivato dall'estrema curiosità di vedere dal vivo questa cantante che stimo molto.Ho avuto inoltre la fortuna di accedere al backstage per il meet and greet con le band e di averci a che fare dal vivo con lei,anche se per poco,  apprezzare la sua semplicità scambiandoci qualche parola. L'attesa per sentirla cantare è stata forte anche perché non ha cantato per il sound check,per lo meno per tutte le ore in cui sono stata nei pressi del teatro e al suo interno. Alissa si è presentata in modo nuovo rispetto a come siamo abituati a sentirla e vederla. All'inizio del concerto i suoi tipici completi tutte borchie e reti sono diventati morbidi vestiti bianchi quasi da fata da film fantasy e la voce principalmente growl adoperata di solito ha esordito con cantati melodici puliti e lirici. Poter appurare dal vivo questa capacità è stata una bella scoperta e ha reso ancora più brillante il suo naturale carisma esploso ulteriormente quando ha ripreso la sua tipica immagine metallara e urlante col canto growl. Voto personale? Sicuramente un bel 9. Discografia: Con i The Agonist: Album in studio: 2007 – Once Only Imagined - 2009 – Lullabies for the Dormant Mind - 2012 – Prisoners – EP - 2011 – The Escare –Singoli - 2007 – Business Suits and Combat Boots - 2009 – ... And Their Eulogies Sang Me to Sleep - 2009 – Birds Elope with the Sun - 2009 – Thank You, Pain. - 2012 – Ideomotor . 

SFOGLA IL MAGAZINE

Rubrica a Cura di Paola Edmea Isaja

Lascia un commento