Progetto Almax

15112015

25 Novembre 2013 “STALKING” - CRISTINA CREMONINI

"25 Novembre: giornata della lotta contro la violenza sulle donne. E' proprio in questo periodo che esce “Stalking” il brano di Cristina Cremonini cantante bolognese di 25 anni. Nasce così il progetto musica contro il femminicidio: un messaggio di solidarietà verso tutte le vittime di violenza. Le note iniziali apparentemente dolci e melodiche si mischiano ad un ritmo incalzante sempre più intenso dal finale tragico. "E' un omicidio, il crimine dell' uccisione di una donna e bisogna ricordarlo". Sottolinea l'autrice del brano. Congiuntamente alla canzone, un videoclip monito contro le atrocità fisiche e psicologiche subìte da un numero di donne in continuo aumento." 

Stalking” (testo del brano tradotto anche in lingua spagnola per condividerla con tutti i popoli latini) 

E’ iniziata tra noi  come inizia una fiaba, un romantico gioco, un dolcissimo amore. Sussurravi che io per te ero la vita, ero luce, ero aria, ero il sole per te. Ho visto in te quel grande amore che non si trova quasi mai, che nella vita si ha una volta e poi più, che segna tutti i giorni tuoi. L’ amore che ti fa sognare, l’amore che ti fa impazzire, che ti fa stare bene, che ti fa stare male… tu tutto questo eri per me. Piano piano però qualche cosa è cambiato. Ogni giorno più serio, silenzioso e sgarbato. Così giorno dopo giorno è iniziato il mio calvario mille e più telefonate alle ore più impensate. Mi cercavi giorno e notte accecato dal sospetto e se fiatavo erano botte con Il viso tumefatto. Non avendo più la forza Di riuscire a sopportarti. Ho raccolto il mio coraggio e sono andata a denunciarti. Dalla legge, mi dicevo avrò aiuto e protezione. Ma uno stato maschilista non ti darà mai ragione. Risultato, Le tue mani han soffocato la mia voce. Pochi istanti di terrore, non ho visto più la luce. Morir così oggi è normale. Un trafiletto sul giornale. La foto tua per due o tre giorni in TV… Poi più nessuno ti ricorda. La faccia mia oggi è servita ad incartar dell’insalata . Non è per niente giusto che chi hai tanto amato ti privi della vita senza essere punito. No, non è giusto. proprio no.    

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento