Progetto Almax

15112015

PROGETTO ST’ART 2014 - LO STATO DELL’ARTE

ST'ART "LO STATO DELL’ARTEè una rassegna di musica organizzata da un gruppo di musicisti di vari provenienza geografica, musicisti accomunati dall'idea che la musica costituisca un fattore di cultura, aggregazione, crescita e non solo e sempre intrattenimento. Perché St'ART? Perché questa parola può contemplarne altre al suo interno: quindi ST’ART come stato dell’arte, oppure, nella sua accezione inglese, come l’inizio di un viaggio in cui cultura e spettacolo convivano per gratificare gli spettatori. Ancora la nostra manifestazione può essere intesa come "questa arte", a voler indicare i risultati raggiunti da artisti con proposte musicali varie e libere di esprimere se stessi. Insomma un punto di partenza per un percorso musicale svincolato da etichette e da generi.Oggi il mercato discografico boccheggia, sia per la mancanza di proposte che per l’inadeguatezza degli operatori di certo non al passo con i tempi. I gruppi non trovano spazio nei locali se non suonano cover o se non sono delle tribute band. Scarseggiano le risorse per finanziare progetti e festival. Quindi questa proposta serve a unire musicisti e artisti capaci di decidere il proprio futuro, diventando manager di se stessi! L’idea iniziale è la creazione di un gruppo che si occupi di musica di qualità svincolata dalle disumane leggi di un mercato asmatico. Musica senza etichette, che in alcuni casi ha le sue radici in un genere etichettato “progressive”, ma che in realtà si muove all’interno del grande panorama del rock sperimentale.Si punta alla creazione nell’immediato di un festival itinerante, affittando spazi e autogestendo la parte finanziaria e burocratica. Si intendono reperire i fondi con il crowfunding per le spese principali, dividendo gli eventuali incassi tra le band che partecipano, band che di volta in volta possono essere diverse a seconda delle città che si scelgono. Questo progetto, che potrà riguardare anche altri tipi di arte, sarà presentato ai comuni. Sempre in futuro si terranno conferenze, incontri/dibattito con relatori che parlino dei vari generi musicali legati alla cultura rock.Si punta inoltre alla creazione di un associazione aperta a chiunque ha proposte interessanti e inerenti al progetto. Questo è l’inizio! Presto lanceremo il sito ufficiale con i profili delle band coinvolte, interviste, foto, filmati e post personali degli artisti coinvolti. ATTENZIONE: tra pochi giorni partirà ufficialmente la campagna fondi su Music Raiser! Aiutateci a diffondere la pagina della campagna con le vostre cerchie di amici e partecipate con un'offerta! Ci sono in palio ricompense e premi molto ghiotti: CD in formato digitale e fisico autografati dalle band, entrate gratuite al concerto e posti in prima fila prenotati, T-Shirt, locandine autografate, foto e tanto altro! PARTECIPATE ALLA CREAZIONE DI UN EVENTO DAVVERO INDIPENDENTE E ORIGINALE!

ST'ART BOLOGNA

Amici giornalisti, blogger, autori di riviste digitali di musica, appassionati, public relation, agenti e promoter. Come sapete stiamo organizzando con St'art - Lo Stato dell'Arte qualcosa di nuovo nel panorama musicale italiano, una libera e informale associazione di band e artisti indipendenti con lo scopo di autopromuoversi e autofinanziarsi, per la realizzazione di eventi, concerti, serate, momenti culturali e di incontro tra la musica e altre forme d'arte, nuove produzioni, eccetera. Aiutateci a far conoscere questa iniziativa e la relativa campagna di raccolta fondi che stiamo facendo su Music Raiser per finanziare la prima serata "a quattro mani" con Silver KeyNotturno ConcertanteMarcello Capra e Altare Thotemico, il 28 maggio, al Teatro dell'Antoniano di Bologna.Aiutateci coprendo l'evento e la campagna sulle vostre riviste e sui vostri blog, spargendo la voce, parlandone nelle vostre radio web, contattando altri operatori del settore e partecipando alla campagna. E' solo un piccolo inizio, ma le cose potrebbero diventare molto più grandi e interessanti se tutti diamo una mano alla musica indipendente con un nuovo approccio. 

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento